Dal 1° gennaio 2020, data di entrata in vigore dell'equiparazione tra monopattini e biciclette, per settimane esponenti del Parlamento (tra cui hanno spiccato Roberto Rosso e Roberto Traversi) hanno cercato, a suon di contro-emendamenti, di far passare nel Milleproroghe un salto all'indietro che prevedeva un ritorno al regime di Sperimentazione (di fatto un divieto di circolazione) e, negli ultimi giorni, si sono susseguiti diversi tentativi di inserimento di multe esorbitanti (fino a 800€ per violazioni come montare un sellino).

Fino a che, come promesso, il Ministero dei Trasporti ha deliberato il provvedimento da inserire nel Milleproroghe: niente multone inutilmente punitive; confermata l'equiparazione; età minima 14 anni; fino ai 18anni casco obbligatorio; divieto di circolazione sulla carreggiata delle strade extraurbane,
Restano le sanzioni per chi circola con monopattini oltre i 2000W, che è la potenza di un ciclomotore, e alcune quisquilie.

Per ulteriori dettagli vi rimando direttamente all'annuncio del senatore Comincini, invitandovi ad esprimere la propria gratitudine per essersi occupato del Bene Comune: lo sviluppo della Mobilità Sostenibile nella sua forma più essenziale, la micromobilità.

Post un po’ lungo, ma importante per quanti interessati al tema monopattini (lo avevo promesso). Ieri è stato...

Eugenio Comincini 发布于 2020年2月13日周四

Ora tocca alle autorità locali: nuove infrastrutture, ridistribuzione degli spazi, occhi puntati sulla sicurezza e sui veicoli pericolosi: le automobili. E tocca a tutti noi che, con la presenza sulle strade, siamo la testimonianza vivente che un'altra mobilità è possibile ma non solo: è anche conveniente.

Stand up for you rights.